Turismo e nuove generazioni

  • Mersia Carboni

Come le generazioni più giovani stanno influenzando il mondo dei viaggi

 

Ipotesi di sviluppo nel breve periodo

Una vasta ricerca suggerisce che il turismo è in costante aumento, in particolare tra le giovani generazioni e le loro famiglie, compresi i millennial, la generazione Z e persino i loro figli, la generazione alfa. L'Italia prevede più di 82 milioni di turisti entro il 2028 secondo i dati del World Travel & Tourism Council, e il paese ha visto uno dei suoi anni più popolari di turismo nel 2018, che l'Istituto Nazionale Italiano di Statistica ha riferito che è aumentato del 74% rispetto all'anno prima. 

Mentre la maggior parte dei turisti viaggia nei mesi estivi, alcuni viaggiatori stanno realizzando che le destinazioni meritano una visita in qualsiasi periodo dell'anno, soprattutto perché le generazioni più giovani cercano di trascorrere più tempo fuori dai sentieri battuti, in angoli meno affollati. E se questi viaggiatori cercano opportunità autentiche per immergersi nella vita locale, foto di cibo degne di Instagram o vantarsi del diritto di avventure uniche, i consulenti di viaggio possono creare una moltitudine di itinerari in tutta Italia che parlano alle mentalità e ai desideri dei viaggiatori più giovani. 

 

Come le generazioni più giovani influenzano il turismo

I Millennial e la Gen Z guidano sempre più il mercato dei viaggi e influenzano le tendenze dei viaggi. In effetti, una ricerca del Boston Consulting Group indica che i millennial rappresenteranno quasi il 50% delle spese di viaggio entro il 2020 e l'88% della Generazione Z detiene una notevole influenza sulle decisioni di viaggio delle loro famiglie, secondo i dati di Expedia Group Media Solutions. 

Inoltre, secondo un sondaggio di Criteo, oltre la metà della Generazione Z rappresentano il 32% della popolazione e vantano un potere di spesa diretto di 143 miliardi di dollari, quindi il potenziale di questa generazione è enorme. 

Nel frattempo, la Generazione Alpha (i nati dopo il 2010) potrebbe essere giovane, ma sta già avendo un impatto sostanziale sulle tendenze di viaggio. Uno studio di Northstar Research Partners sulla Generazione Alpha e sulle tendenze dei viaggi in famiglia suggerisce che le persone di età pari o inferiore a nove anni stanno già svolgendo un ruolo attivo nell'ispirazione, nella pianificazione e nelle decisioni di viaggio in famiglia. In particolare, più di un terzo degli intervistati ha riferito che la Generazione Alpha influenza le scelte di viaggio della famiglia, spesso mostrando ai genitori e ai nonni l'ispirazione per i contenuti online. 

 

Dunque cosa desiderano queste generazioni?

Vogliono una destinazione iconica (come l'Italia), ma visitata in un modo che sia autentico ed esperienziale, al contrario di quello turistico. Ciò significa opportunità di vivere un'esperienza culturale unica nella vita e di fare invece che vedere. I giovani viaggiatori in particolare si stanno prendendo il tempo per farsi strada non solo attraverso i principali hub internazionali come Roma e Firenze, ma anche destinazioni meno frequentate come l'Umbria e il Piemonte, così come regioni lacustri incontaminate come il Lago di Como e il Lago di Garda. 

Sempre più giovani generazioni sono alla ricerca di esperienze curate in Italia. Oggi possono visitare cantine e grotte, navigare lungo la costa, ottenere un posto a sedere privato in Vaticano, conoscere il caffè italiano e vedere il Colosseo con qualcuno i cui antenati hanno avuto un ruolo fondamentale nella sua storia. Possono fare il gelato, visitare la città sommersa di Baia [un parco archeologico sommerso], fare una gita in barca alla Grotta Azzurra di Capri o fare shopping fino a quando non scendono a Milano con un famoso designer. E l'elenco continua. 

Vendere l'Italia a un mercato più giovane

Con un elenco così vasto di meraviglie iconiche e meno conosciute da scoprire, anche i vagabondi più determinati potrebbero perdere alcuni dei tesori di viaggio italiani senza un consulente esperto che li guidi nella giusta direzione. Per i viaggiatori più giovani, in particolare, i seguenti sono alcuni dei principali progetti che i consulenti consigliano a questo mercato fiorente e influente.

1. L'Italia è conosciuta per il suo cibo fenomenale.

L'Italia è fondamentalmente sinonimo di genio gastronomico. Dall'iconico piatto di pasta alla pizza, da ingredienti ambiti come prosciutto al tartufo, la cucina italiana è una delle preferite in tutto il mondo per una buona ragione. Inoltre, i veri buongustai troveranno una vasta gamma di specialità regionali in attesa di essere scoperte. 

La cucina del paese è diversa nella parte settentrionale rispetto a quella meridionale. Così troviamo il vino, l'olio d'oliva, i capperi, il limoncello, il parmigiano, i pinoli, il pesto, il prosciutto, la pizza, la pasta e il pesce. Soprattutto quando esci dalle città, i ristoranti servono cibo locale, dalla fattoria alla tavola, senza cercare di essere alla moda. Inoltre, i vini locali sono serviti in caraffe e non sono solo vini della casa e sono deliziosi. 

Le giovani generazioni lo apprezzeranno sicuramente: il Contiki 2017 Youth Evolution Report ha rivelato che il 35% della Generazione Z dà la priorità alle esperienze alimentari e il 94% cerca dove mangiare prima di viaggiare. Vogliono sapere cosa mangeranno, l’origine degli ingredienti e, in Italia, dove il cibo è spesso di provenienza locale, possono farlo. Principalmente, con prodotto a km 0 ci si riferisce a frutta, verdura, formaggi, carne, miele e altri ingredienti non industriali che non passano attraverso le catene commerciali globali e, pertanto, non hanno margini di prezzo elevati o perdono la qualità immagazzinata nei supermercati internazionali. Simon aggiunge che, poiché gli agriturismi sono grandi in Italia, i viaggiatori attenti al cibo possono persino rimanere in fattorie dove possono conoscere le famiglie che li gestiscono e mangiare pasti fatti in casa a basso costo. Per qualcosa di forte impatto che non richiede tanto tempo quanto un soggiorno in fattoria, i viaggiatori possono, per esempio, iscriversi a un corso di cucina in un ristorante locale con uno chef Michelin privato. 

2. L'Italia vanta infinite avventure off-the-grid.

La maggior parte dei viaggiatori delle giovani generazioni è interessata a uscire dalla rete, uscire e connettersi con se stessi e con il mondo naturale che li circonda. In effetti, le esperienze disconnesse e "profonde nella natura" facevano parte delle tendenze globali del benessere del Global Wellness Summit 2018 e Expedia Group Media Solutions riferisce che più della metà delle famiglie che viaggiano con la Generazione Alpha danno la priorità alle esperienze che possono avere insieme. 

La varietà di meraviglie naturali dell'Italia offre a tutti i viaggiatori l'ambiente sereno che desiderano: spiagge infinite, laghi, montagne, campagna. Le avventure all'aria aperta dilagano in Italia. È possibile accedere a tutti i tipi di attività su tutti i tipi di terreno: escursioni in montagna, kayak in mare, raccolta di cibo nelle foreste e altro ancora. E gli ospiti possono continuare le loro avventure all'aria aperta soggiornando in alloggi nella natura. 

Ci sono anche modi per combinare esperienze insolite all'aperto con le opportunità enogastronomiche che i viaggiatori più giovani apprezzano. Il vino, l'olio d'oliva e le altre esperienze culinarie sono un'enorme attrazione in Italia, quindi soggiornare in una yurta su un uliveto o in una cambusa in una fattoria attiva circondata da vigneti sono solo alcuni dei modi per gli ospiti di vivere l'esperienza più autentica possibile. 

3. L'Italia pullula di gemme nascoste e fuori dai sentieri battuti.

Viaggiare fuori dai sentieri battuti non è importante solo per i viaggiatori più giovani che vogliono evitare la folla; è fondamentale anche per chi vuole vivere una destinazione come un abitante locale e scoprire cose che un viaggiatore tradizionale normalmente non apprezzerebbe. 

I viaggiatori più giovani non vogliono più vedere i normali punti di riferimento e le trappole per turisti; vogliono uscire dal centro della città ed esplorare come la gente del posto.  I giovani turisti chiedono destinazioni uniche come le abitazioni rupestri dei Sassi di Matera, un sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO che sembra ancora un segreto ben custodito, così come il Parco Nazionale delle Cinque Terre. 

Come emergere in questi nuovi trend?

Gli americani stanno ora scoprendo una nuova Italia e se i viaggiatori continuano a scoprire le meraviglie nascoste del paese, è chiaro che l'Italia manterrà un fascino costante per le generazioni a venire. E tutto questo, Alitalia l’ha capito bene. Solo un esempio dell’esperienza italiana che si può vivere a bordo è la ristorazione, che offre agli ospiti vari prodotti, dal Limoncello all'espresso italiano e ai piatti tradizionali di provenienza locale. Tutti i menù di classe Magnifica sono stati progettati in collaborazione con Gambero Rosso, un'autorità dell'enogastronomia italiana. Le opzioni più autentiche possono essere assaporate nei nostri menù di classe Magnifica, ispirati ai territori italiani. Oltre al cibo, Alitalia offre agli ospiti opzioni Wi Fi e una serie impressionante di intrattenimento a bordo per tutte le età, tra cui 100 programmi TV, 100 compilation musicali, 80 film, 35 programmi per bambini, 28 giochi interattivi e due canali sportivi e di notizie in diretta. E per rendere tutte queste esperienze accessibili ai viaggiatori più giovani, Alitalia vanta il programma Millemiglia Young, per i viaggiatori dai 14 ai 25 anni. Aderendo a questo programma, i soci ricevono fino a 4.000 miglia bonus, il 50% in più di miglia per ogni volo Alitalia e un rimborso del 20% sulle miglia spesi per i biglietti premio Alitalia.

Formazione, Consulenza, Progettazione, Destinazione, incoming, turismo, outgoing, travel, mercato, giovani, generazioni, esperienze

Sun & Sand Sardinia Srl
Via San Lucifero n° 65
09125 Cagliari (CA) - Italia
CF/P.IVA  03763360926
Reg. Imp. Cagliari R.E.A. CA-295872
Cap. Soc. 3.000 Euro
Codice Destinatario KRRH6B9

Social

Credits by Cyberfarm.it